Viaggio in Bhutan

Andremo in Bhutan dal 16 Settembre 28 settembre 2010 con un viaggio che accontenterà gli appassionati di paesaggio e di festival sacri.
Druk Yul”, il regno del drago tonante, è l’odierno Bhutan, un paese a sud del Tibet fra India, Cina e vicinissimo al Nepal capace di offrire al visitatore la rara opportunità di un salto nel tempo oltre che nello spazio.
Il Bhutan è un paese poco visitato che limita volontariamente la presenza di turisti stranieri sul suo territorio per ridurre l’impatto del consumismo e per preservare intatte le sue tradizioni religiose buddiste.
Una occasione unica per fotografare gente, feste e paesaggi incontaminati con montagne bellissime, templi intatti e con pochissimi turisti.
I posti per il viaggio in Bhutan sono limitatti a 12, per una esperienza di viaggio indimenticabile.
Vittore Buzzi è un fotografo professionista e un grande viaggiatore, sereno e felice di incontrare nuove pgenti e persone.
Vederemo a Thimpu le rappresentazioni di uno degli Tsechu (festival sacri) più belli del Bhutan.
In Bhutan  il 26% del paese è riserva o parco naturale.
Lo sport  nazionale del Bhutan è il tiro con l’arco.
Tutte le informazioni qui:
Viaggio in Bhutan

1°g. Giovedì 16 settembre – partenza per il viaggio in Bhutan

2°g. 17/9 Delhi – Paro (Unico aeroporto per entrare in Bhutan)

3°g. 18/9 Paro – Thimpu (capitale del Bhutan)

4°g. 19/9 Thimpu rappresentazioni dello Tsechu

5°g. 20/9 Thimpu – Wangdue

6°g. 21/9 Wangdue – Trongsa

7°g. 22/9 Trongsa – Jakar, cerimonia del Mecham con l’arco di fuoco

8°g. 23/9 Jakar il Tangbi Mani

9°g. 24/9 Jakar – Wangdue

10°g. 25/9 Wangdue – Thimpu

11°g. 26/9 Thimpu – Paro

12°g. 27/9 Paro – Delhi

13°g. Martedì 28 settembre, arrivo in Italia e fine del nostro viaggio in Bhutan.

Viaggio Bhutan

Viaggio Bhutan

Tutte le informazioni qui:
Viaggio in Bhutan

IL CORSO DI FOTOGRAFIA IN VIAGGIO IN BHUTAN
Il corso di fotografia si articola in due fasi, una teorica ed una pratica.
Parte teorica: 1 ora circa ogni giorno la sera in hotel, dove si esamineranno i seguenti temi:
1) Fotografia digitale: le basi della fotografia digitale che sono necessarie prima dello scatto.
2) Il linguaggio fotografico: le basi.
3) Approccio al reale e capacità progettuale su come sviluppare una “visione”: a) pensare per immagini; b) la serie fotografica; c) piccoli racconti; d) il reportage di viaggio.
4) Come fotografare le persone: a) rispetto, tranquillità; b) partecipazione: entrare in contatto con le persone; c) sentire piccole straordinarie emozioni; d) il ritratto.
5) Fotografare il paesaggio: a) digitale e filtri; b) il polarizzatore; c) la foto panoramica; d) la foto notturna; e) HDR.
6) Nuove possibilità con il digitale: a) fotografia e suono; b) agenzie digitali; c) blog e new and social media; d) GPS.
Parte pratica mentre si viaggia Vittore Buzzi farà vedere come creare passo a passo dei piccoli reportage, guarderà le foto dei partecipanti e li aiuterà a sviluppare la loro visione o un piccolo progetto all’interno del viaggio.

MATERIALE RICHIESTO
Materiale necessario: 1 macchina fotografica meglio se digitale; 2 batterie; qualche scheda o molte pellicole; 1 torcia elettrica.
Materiale consigliato: 1 cavalletto; 1 flash esterno; un filtro polarizzatore; 1 registratore portatile in formato MP3.
A tutti i partecipanti verrà fornito un fascicolo cartaceo per poter meglio seguire le lezioni teoriche.

NOTA TECNICA SUL VIAGGIO IN BHUTAN
In Bhutan nella seconda metà di settembre il clima è mediamente secco ma sono a volte possibili delle piogge, che raramente però hanno una lunga durata; si incontrano le temperature minime a Jakar nel Bumthang, dove di notte si possono avere anche solo 10 gradi, mentre le massime previste sono a Wangdue, dove il massimo stagionale è di circa 27 gradi. Per gli spostamenti si utilizzano dei comodi pulmini giapponesi. Gli alberghi sono puliti, le stanze sono dotate di bagno, lenzuola ed acqua calda. Il cibo è valido, tra l’indiano e l’internazionale con anche qualche pietanza locale e cinese; tutti gli amici italiani che hanno viaggiato in Bhutan non hanno perso un etto….

Il viaggio è organizzato in collaborazione con Amitaba tour Operator leader nei viaggi personalizzati in Bhutan, Nord dell’India e Nepal.
Il viaggio è accompagnato da Vittore Buzzi Fotografo e da una guida Bhutanese parlante inglese.

INFORMAZIONI PRATICHE PER VIAGGIO IN BHUTAN
Lingua
 Lingua ufficiale il Dzongkha che appartiene alla famiglia delle lingue tibetane. Al di fuori della capitale Thimphu, l’inglese è quasi sconosciuto.
Moneta del Bhutan Ngultrum (BTN )
Il cambio è parificato a quello della rupia indiana (1 euro=56 ngultrun; 1 dollaro= 45 ngultrun circa).
Fuso orario in  Bhutan 
 +5h rispetto all’Italia, +4h quando in Italia vige l’ora legale.
Ambasciata Italiana più vicina al Bhutan
Competente:
Ambasciata d’Italia a New Delhi (India)
50E, Chandra Gupta Marg
Chanakyapuri
New Delhi 110021, INDIA
Tel: +91 -11 -26114355
Fax: 26873889
e-mail: ambasciata.newdelhi@esteri.it
Altre Informazioni utili per il viaggio in Bhutan
  • Non sono permessi viaggi indipendente in Bhutan: qualsiasi viaggio in Bhutan deve essere effettuato tramite un tour operator Bhutanese;
  • L’esportazione di qualsiasi reliquia, religiosa e non, più vecchia di 100 anni è severamente vietata. Tutto ciò che il turista porta con sé viene registrato alla dogana e controllato alla sua partenza dal Bhutan. 
  • La vendita di prodotti di tabacco è proibita. In tutto il Bhutan è in vigore una legge antifumo per cui è vietato fumare ovunque tranne che a casa propria. Nel testo di tale legge risulta che ogni turista può portare con sé una stecca di sigarette per uso personale, con divieto assoluto di venderla. In realtà alla dogana viene fatta pagare al viaggiatore una tassa di 28 dollari a stecca. 
  •  

    Non dimenticate il prossimo viaggio a Gennaio 2011:
    Qui se vuoi rimanere informato su: viaggi fotografici

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *